COPPA BERNOCCHI. Damiani: «Una corsa tra storia e futuro»

Settimana Internazionale di Coppi e Bartali 2013

CARI AMICI,

la Coppa Bernocchi riprende con entusiasmo la sua corsa impegnandosi su due binari fondamentali, solo in apparenza contraddittori: il profondo radicamento sul territorio e la rinnovata valenza internazionale.
La Us Legnanese, che lo scorso anno ha festeggiato il suo primo secolo di vita e conserva con orgoglio l’entusiasmo dello storico Presidente Pino Cozzi e del Senatore Antonio Bernocchi che – magari con un pizzico di follia – iniziarono questa avventura, ed ha lavorato con impegno per far sì che la Coppa Bernocchi possa brillare di una luce sempre nuova.

Il nostro primo grazie va a Banca Popolare di Milano che ha deciso sin dal primo momento di continuare l’impegno al nostro fianco che fino allo scorso anno era stato di Banca di Legnano. Nel segno della continuità, quindi, il 16 settembre assegneremo il 39° Gp Banca Popolare di Milano: per noi è vitale il sostegno economico che ci assicura BPM, ai suoi dirigenti va il nostro ringraziamento e insieme ci auguriamo di portare la nostra corsa a festeggiare i suoi primi cento anni e proseguire poi questa fantastica avventura.
BPM – come spiega il Responsabile del Distretto Ovest dott. Mauro Mezzanzanica – crede fortemente nella presenza capillare sul territorio e ha identificato nella Coppa Bernocchi un patrimonio nel quale credere e investire.
Un patrimonio la Coppa Bernocchi è anche per Legnano, come ha confermato in più occasioni il Sindaco Alberto Centinaio, assicurandoci il patrocinio del Comune. La volontà della Us Legnanese è quella di pedalare in simbiosi con la città e in quest’ottica abbiamo invitato i gonfaloni e i rappresentanti delle otto Contrade del Palio a presenziare in forma ufficiale alla presentazione delle squadre, nella mattinata di martedì 16 settembre.

A livello istituzionale, il nostro grazie va naturalmente a Regione Lombardia, al suo presidente Roberto Maroni, all’assessore allo sport Antonio Rossi e al consigliere regionale Carolina Toia che qui a Legnano gioca in casa. L’impegno istituzionale ed economico di Regione Lombardia ha permesso al Trittico di crescere negli anni, ha reso coeso il lavoro di tre società dalla storia e dalle esigenze differenti, ha consentito a tre corse storiche di continuare a risplendere nel firmamento del ciclismo internazionale.

A proposito di ciclismo internazionale, la nuova collocazione della Coppa Bernocchi, ritornata con il «Trittico» a rivestire i panni di “premondiale” – ha concentrato sulla nostra corsa le attenzioni del ciclismo che conta: abbiamo dovuto operare una selezione tra le tante richieste che abbiamo ricevuto, possiamo vantare il fiore all’occhiello della presenza delle nazionali di Australia e Italia, celebriamo con orgoglio la presenza al via di Vincenzo Nibali, il trionfatore del Tour, il corridore che oggi rappresenta l’Italia che ama il ciclismo.
Il campione siciliano ha capito quanto è importante la sua presenza alle gare che si disputano in Italia e questa sua scelta dà ulteriore valore all’impegno che tutti noi organizzatori abbiamo deciso di affrontare per consentiure alla Nazionale del ct Davide Cassani di preparare al meglio l’appuntamento mondiale.

Nazionale, Trittico, Mondiale: ogni parola che pronunciamo ci porta alla mente un ricordo speciale di Alfredo Martini. È stato il ct per antonomasia, ha fortemente voluto la nascita del «Trittico» come appuntamento premondiale per eccellenza, ha regalato gloria e onore al nostro Paese negli appuntamenti iridati e non solo. Ci consola il pensiero che il prossimo 16 settembre, da lassù, sarà vicino a noi per seguire la nostra Coppa.

La 96.a Coppa Bernocchi sarà la prima gara italiana che si disputerà dalla “partenza” del nostro grande Commissario Tecnico: la Us Legnanese intende rendergli ulteriore omaggio assegnando la targa Alfredo Martini al miglior giovane della gara.

Roberto Damiani
presidente US LEGNANESE