Coppa Bernocchi: una corsa di novità e valori

2015-09-01 15.41.51 - Copia 2015-09-01 16.08.48

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una Sala degli Stemmi gremita ha assistito alla presentazione della 97^ Coppa Bernocchi – 40° GP BPM per la Città di Legnano. Importante il rapporto di stima tra amministrazione comunale e U.S. Legnanese 1913, organizzatrice della Classica. Da notare i numeri da pre mondiale di quest’anno: 200 iscritti e 25 squadre partecipanti, tra cui la Nazionale Italiana e quella Australiana.

Il primo a prendere parola è stato il sindaco Alberto Centinaio, padrone di casa:”La Bernocchi e la gente che ama il ciclismo sono un patrimonio da valorizzare e di cui la Città di Legnano è orgogliosa. Importante è il ruolo della Sportiva che quest’anno ha già organizzato i Campionati Italiani, riportando il tricolore sulle strade legnanesi.”

Un ricordo positivo del campionato Italiano sottolineato anche dall’Assessore allo Sport, Maurizio Tripodi.  ”Tutti ringraziamenti che stimolano un miglioramento - afferma Roberto Damiani, presidente della Legnanese -.” Ma la Sportiva guarda già avanti:”La Bernocchi è un’occasione per arrivare ai giovani che guideranno la società in futuro. Quest’anno, il giorno della gara, ripeteremo la competizione ‘Bicicliamo’, per educare alla sensibilità ecologica  gli studenti delle scuole medie. Alcuni di questi poi avranno l’occasione di dare inizio alla corsa dei professionisti.”

Sport e scuola: ”un’ iniziativa che unisce il  mondo dello sport alla sensibilizzazione ecologica, un connubio perfetto”, commenta l’assessore alle attività educative Umberto Silvestri.
Una Legnanese attenta al futuro ma con un occhio alla tradizione cittadina del Palio che anche in questa edizione parteciperà alla partenza della corsa con i costumi delle varie contrade. Ma non solo perchè il ciclismo è attento ai valori umani e ricorda: ”Il numero 108 sarà il numero della memoria – spiega Damiani -. Dal 2013 dopo la morte di Wauter Weinlands questa pettorina è stata ritirata dalla Bernocchi e quest’anno sarà dedicata a Fabio Rizzo, un vero ciclista della Legnanese, morto mentre seguiva la sua passione.”

A sigillare l’importanza del lavoro di Damiani e della squadra rossonera le parole di Mauro Mezzanzanica, direttore del distretto nord-ovest BPM, maggiore sponsor della Coppa Bernocchi:”Anche se quest’anno festeggiamo il 40° Gp BPM, vorrei ricordare che 38 di questi appartengono alla Banca di Legnano. Questo per sottolineare la necessità di valorizzare le eccellenze del territorio. Più cresce la Legnanese più cresce la corsa e non è un dato qualunque: nel 2014 almeno il 50 per cento degli eventi sportivi nell’Alto milanese  sono stati paralizzati dalla crisi economica. Mentre la Sportiva conferma le sue potenzialità”.

Un attestato di stima che conferma la sinergia tra BPM e US Legnanese. Quest’anno il percorso non cambierà ma un’altra sensibile novità sarà la madrina della Bernocchi: si tratta di Martina Alzini, bronzo ai mondiali di Astana nella specialità dell’Omnium.

 

Aspettando la Classica pre mondiale, domenica 6 settembre si correrà il 42° Gp Pino Cozzi, corsa dedicata ai giovani dilettanti. Un antipasto gradito prima dell’evento ‘clou’.

2015-09-01 16.10.12