GRAZIE FABIO!

E grazie ai dirigenti sportivi Roberto Ciapparelli, Maurizio Bertoli, Fabio Giussani che con questa vittoria, scrivono un capitolo nella storia della Sportiva .

Vittoria storica per l’U.S. Legnanese 1913 che con Fabio Giancristofaro, primo nella categoria esordienti, conquista il 45° Gran Premio Pino Cozzi – 7° Memorial Elio Barloco.

Una gara ineccepibile la sua, che lo ha visto sin da subito nelle prime posizioni. La voce dello speaker di “Radio Corsa” ha seguito concitata l’arrivo di Giancristofaro, ormai fuggitivo, che al passaggio dell’ultimo Km contava un vantaggio di 10 secondi sul resto del gruppo.

Il portacolori della legnanese, pettorale n. 5, è arrivato solitario al traguardo della seconda gara. Suoni di clacson e applausi hanno decretano l’inizio della festa!

Fabio Giancristofaro è il primo e unico rossonero a vincere la Pino Cozzi, proprio nell’anno della 100° edizione della Coppa Bernocchi, un segno che si spera di buon auspicio per questo mese di giugno che si annuncia davvero caldo per il ciclismo Legnanese. “Di sicuro il Presidentissimo Pino Cozzi sarebbe stato orgoglioso dei suoi ragazzi”, ha ricordato una commossa Pinuccia Cittera, il motore della segreteria di Via Quadrio, che ha premiato i vincitori.

Per quanto riguarda gli esordienti del primo anno, grande giornata anche per Juan David Sierra del Biringhello ASD, che si è aggiudicato anche i due Gran Premi della Montagna, seguito da Alessandro Cattani del Pedale Saronnese e da Stefano Grassi S.C. Mobili Lissone, che ha raggiunto il terzo gradino del podio. Due i piazzati rossoneri del primo anno con un 10° posto di Riccardo Lombardi e un 6° posto di Tommaso Colombo. Da segnalare anche la partecipazione del Cesano Maderno che ha presentato una squadra completamente al femminile, premiate con un mazzo di fiori le meglio classificate del primo e del secondo anno.

Il Premio Officine F.lli Barlocco è andato al Pedale Saronnese (primo anno) e all’S.G. Levante come società meglio classificate nei primi 5.

Momento di commozione per la consegna della targa alla memoria ai figli di Pierino Cavalleri da parte della direzione rossonera, che ha voluto così omaggiare il grande sostegno che Cavalleri ha donato alla società. Proprio con la targa a lui intitolata l’U.S. Legnanese ha voluto premiare il direttore sportivo dei primi classificati.

Un ringraziamento ai giudici di gara, all’Amministrazione legnanese e alla Polizia Locale ai Motociclisti, ai volontari, agli sponsore e, ai dirigenti sportivi Roberto Ciapparelli, Maurizio Bertoli, Fabio Giussani che con questa vittoria, scrivono un capitolo nella storia della Sportiva .

  
 
 
   

Altre notizie che ti potrebbero interessare

Esordienti: 4 gare in 6 giorni!
Il Brinzio rilancia la sfida
Il logo della 100° Coppa Bernocchi
Campionati Italiani Master: due giorni indimenticabili
Pubblicato il 5 giugno 2018