Tutti al Ghisallo

Un weekend caratterizzato dal maltempo, ma anche dalla suggestione di essere in un luogo iconico per i ciclisti di ogni età.

Presenti al Ghisallo gli esordienti e gli allievi rossoneri. Per gli esordienti è da segnalare la fuga di Orlando che si è staccato dal gruppo a 12 Km dall’arrivo in un tratto contraddistinto da continui sali-scendi Bene anche Sambinello che ha tentato di staccarsi dal gruppo a due km dall’arrivo arrivando a un solo secondo dai primi arrivati. Ottima la crescita e la determinazione

E non mancano anche in questa domenica le cronache dall’ammiraglia degli Allievi, anche loro al Ghisallo.

Anche oggi il meteo non assiste i nostri corridori. Appena dopo la riunione tecnica un temporale si abbatte sul circuito di Albese con Cassano dove i nostri allievi dovranno fare quattro volte prima di imboccare la salita che porta al santuario della Madonna de Ghisallo.

Una delle classiche del ciclismo giovanile, tanto quanto la meta per ogni ciclista che si rispetti. Da qui sono passato molti campioni, e la voglia di far bene prevale sulla pioggia che inesorabilmente cade dal cielo grigio. Le corse sono così, sempre al limite, tra sofferenza e piacere, tra soddisfazione e rammarichi, tra brividi e arrabbiature; ma quando al km zero giù dall’ammiraglia ti si affianca un signore, gentile nei modi, che ti tiene sotto il suo ombrello e tra una cosa e l’altra ti fa capire che l’amato Fabio Casartelli era suo figlio, tutto si riduce ad un istante incredibile: ti rendi conto che questo sport ti tiene per mano anche quando ti ha fatto soffrire molto, quando ti ha chiesto di più di quello che puoi dargli, ti tiene ancora li, a tenere in mano una bandierina e fare assistenza ad una rotonda cercando sul viso di tutti questi ragazzi una smorfia che ti riporti indietro nel tempo. Grazie per questa emozione.

Tornando alla corsa, sembra quasi un copione già scritto; i ragazzi che oramai hanno già la corsa in testa, concentrati e consapevoli che senza fatica non si ottengono buoni risultati. Durante i 4 giri di Albese cominciano i primi allunghi, scatti e controscatti, e al km 15 Gabriel, e altri due corridori, trovano un buon accordo e guadagnano fino a 40”. Lo mantengono per 10km ma il gruppo a forte velocità riesce a chiudere sui 3 annullando la prima fuga. Il Lomba, oggi in grande motivazione, riesce a portarsi davanti quando un quintetto di corridori si avvantaggia di 10” e lui si incarica di chiudere il gap. Solo una brutta caduta lo mette fuori gioco.

Anche Lollo tiene coperto Tommy ( come da indicazioni) e Gabriel punta il gpm. Corsa veloce ma chiusa , nessuno riesce a scappare. Al gpm Gabriel arriva in leggero ritardo ma l’ultimo attacco lo sferra Tommy ai -1500m risale bene, le gambe girano e riesce a vincere la volata del gruppo. Peccato per l’11esima posizione che oggi ci va in poi stretta. Stiamo facendo molto bene e un pizzico di fortuna non ci farebbe male. The next race Carbonate. Sempre tutto fine alla fine.