Cronache dall’Ammiraglia: Sondrio

Una domenica di grande passione ciclistica per Esordienti e Allievi impegnati nella loro crescita sportiva.

E mentre gli Esordienti erano impegnati in una gara molto impegnativa a Laveno Ponte Tresa, i compagni di squadra della categoria Allievi erano impegnati a Como e, puntuali ecco arrivare anche le “Cronache dall’Ammiraglia”. Ecco come è andata…

12/9 Sondrio:
Penultima tappa del giro della provincia di Como

La temperatura frizzante del mattino e le prime foglie gialle sugli alberi annunciano l’arrivo dell’autunno e, purtroppo, anche l’avvicinarsi del finale di stagione. Oggi siamo ospiti nel cuore della Valtellina, a Sondrio, in un percorso vallonato (del resto il paesaggio è prealpino) con, nel finale, una salita di 2km da affrontare tutto d’un fiato, per poi tornare in centro a Sondrio in piazza Campello. Dobbiamo difendere la maglia ciclamino di Riccardino ma, abbiamo, anche, buone frecce al nostro arco. Tattica semplice ed efficace: portiamo i due scalatori ai piedi della salita e proteggiamo Riccardino dagli attacchi e dalle fughe. Nei primi km tutto fila liscio ma all’improvviso, un corridore della Biassono guadagna 100m sul gruppo e subito Lollo si incarica di ricucire il buco. Appena riassorbita la fuga, Tommy, scatta davanti portandosi un corridore giallo verde con se; collaborano fino al 35esimo km ma l’azione del gruppo riesce a riassorbire i due in fuga. Di rimbalzo partono in ordine Gabriel, Samu e solo una caduta ha messo fuori gioco Lomba. (sfortunato).

Corriamo così, sempre all’attacco, fino al km 70. Radiocorsa parla sempre di Biringhello, Biassono e Legnanese. Ai piedi della salita un attacco della Biringhello mette a dura prova le gambe dei corridori rimasti in corsa ma, noi siamo ancora lì, a soli 10” dal corridore di testa. Fino in cima non perdiamo nulla, riusciamo a vedere il fuggitivo e controlliamo la corsa ma, appena scolliniamo cominciamo a sentire la fatica e purtroppo le gambe non girano più come avremmo voluto. Riusciamo a terminare la corsa tutti tra la 15’ posizione in giù ma, non siamo riusciti a difendere la maglia ciclamino. Peccato perché la volontà e la determinazione c’è. Voltiamo pagina e ci dobbiamo concentrare sulle prossime gare in calendario perché l’ultima gara è ancora lontana e noi spingeremo sempre. Tutto fino alla fine…